15/10/2011
Il mondo dei giovani
Oggi stiamo entrando in una nuova fase storica, una fase che si presenta carica insieme di speranze e di non facili previsioni sulla durata della crisi economica che stiamo vivendo. Stiamo vivendo uno sconvolgimento del economia mondiale: la crisi non colpisce solo la finanza, ma anche l'economia reale e la società. Ma si tratta anche del declino di un intera epoca culturale e politica. Abbiamo un governo che non ha nessun progetto di politica economica invece di pensare al futuro del paese pensa alla propria sopravvivenza facendo crescere le poltrone dopo tutti i proclami sui tagli ai costi della politica. L’Italia, malgrado sia costellata di abbondanti intelligenze vive, è ormai un paese fermo. Sostanzialmente immobile. Se il fenomeno può sembrare astratto, le sue conseguenze sono molto concrete. Cala la fiducia dei giovani nel loro futuro, che è anche il futuro del paese. Calano di pari passo le motivazioni e le aspirazioni. Nel migliore dei casi si segue la via professionale dei genitori per non rischiare di rimanere disoccupato. Nel peggiore non si porta a termine il proprio percorso scolastico o non ci si iscrive all’università temendo che sia inutile, che non si troverà poi una professione adeguata. Oggi c'e bisogno veramente di costruire una società mobile e meritocratica non significa solo premiare chi raggiunge certi risultati, ma mettere tutti in condizione di arrivarci: dare a tutti l’opportunità di crescere bene, di avere accesso alla migliore istruzione, di realizzare il proprio talento e le proprie legittime ambizioni. Invece oggi molte di queste opportunità finiscono per essere colte solo da chi è già nato in condizioni di vantaggio. In Italia la maggior parte dei laureati viene da famiglie agiate ed istruite. È giusto trovare modi per premiarli e supportarli, ma è altrettanto fondamentale impegnarsi affinché a quei traguardi possano arrivarci tutti. E' da qui che occorre partire, subito. Noi giovani bisogna essere i veri protagonisti adesso ma non criticando gli altri ma mettendo in campo delle proposte concrete. Il nostro tempo è adesso riprendiamoci il nostro futuro.



Sergio Kuzmanovic
Segretario Giovani Democratici San Gimignano

newsletter
Iscriviti e ricevi via email le nostre notizie!

sondaggio
Giovani Democratici Siena
Partito Democratico | San Gimignano (Siena) · Via San Giovanni, 28 · Tel. 0577 940334 · Fax 0577 907186 · Email: info@sangimignanopd.it | Area riservata