03-08-2009
IMPRESE: BAYER VIA DA SIENA, PROGETTO DI TRASFERIMENTO CONCLUSO E ACCORDO CON SINDACATI
Salvaguardia dei posti di lavoro e forte impegno per individuare un futuro per il sito produttivo di fondamentale importanza per il tessuto economico senese. Dopo il tavolo istituzionale convocato dalla Provincia di Siena assieme ai Comuni di Siena e Sovicille, per un confronto tra tutte le parti sociali e i soggetti imprenditoriali e istituzionali coinvolti, è giunto al termine il progetto biennale di trasferimento delle attività produttive di Bayer dallo stabilimento di Rosia a quello di Garbagnate, dove fin dall’inizio è stato garantito il posto di lavoro a tutti i dipendenti di Rosia. Il tavolo istituzionale - L’accordo sottoscritto da� RSU ,CGIL, CISL, Uil, Associazioni Industriali di Siena e Bayer,� e presentato alle Istituzioni locali, ha consentito la gestione della chiusura dello stabilimento di Bayer di Rosia attraverso diversi strumenti messi in campo che sono stati individuati durante un lungo percorso di contrattazione. Questo ha consentito di poter salvare molti posti di lavoro. Naturalmente, la decisione di Bayer di lasciare la provincia di Siena non è stata condivisa da nessun soggetto del territorio. Nel corso del tavolo istituzionale, inoltre, è stata consegnata una raccolta di tutti gli accordi e documenti relativi alla vertenza, che saranno oggetto di studio ed approfondimento da parte dell’Università di Siena. Sulla base della richiesta avanzata dai lavoratori di rimanere nell’area senese, con la collaborazione di tutte le parti sociali coinvolte (istituzioni, lavoratori, sindacati e associazione industriali), nel dicembre del 2008 è stato trovato l’accordo all’interno del quale venivano individuati gli strumenti economici ed organizzativi per la ricollocazione occupazionale presso aziende del territorio senese. Trattative in corso - Non solo, su richiesta delle istituzioni, Bayer si è impegnata a far ricercare ad un’agenzia immobiliare internazionale alcuni potenziali investitori nel settore delle scienze della vita. Attualmente sono in corso importanti trattative per la cessione di parti del sito produttivo in modo tale che si possa garantire un futuro ad un polo industriale che è stato da sempre fondamentale per il tessuto economico provinciale, pur nella consapevolezza che la decisione di Bayer di lasciare la nostra provincia determina un elemento di difficoltà per il sistema produttivo senese. Gli obiettivi che istituzioni locali, organizzazioni sindacali ed azienda hanno condiviso, primo fra tutti quello di costruire un percorso di tutela dei lavoratori in difficoltà e, al contempo, prevedere un’opportunità di sviluppo per il sito di Rosia, sono stati in parte raggiunti e sono in via di raggiungimento. Confronto serrato - Tutto questo a dimostrazione di come, anche nei momenti più critici, il lavoro congiunto di tutti gli attori coinvolti produca risultati importanti per la comunità. Un percorso di fattiva collaborazione e serrato confronto tra proprietà, parti sociali e istituzioni coinvolte, inoltre, che ha portato nel maggio del 2009 ad un contratto di ricerca e sviluppo con la società Philogen di Siena che vede la continuazione della collaborazione con il Gruppo Bayer nel settore dei medicinali antitumorali.

newsletter
Iscriviti e ricevi via email le nostre notizie!

sondaggio
Giovani Democratici Siena
Partito Democratico | San Gimignano (Siena) · Via San Giovanni, 28 · Tel. 0577 940334 · Fax 0577 907186 · Email: info@sangimignanopd.it | Area riservata