17-05-2011
Approvato il rendiconto di gestione e via libera al nuovo urp
San Gimignano Marrucci: “Il bilancio 2010 ha retto la crisi e dato risposte” “Rispettati tutti i parametri e garantiti i servizi, restano bloccati 8 milioni per il patto” Il Bilancio 2010 ed il regolamento delle attività e dei servizi di comunicazione ed informazione sono stati gli argomenti che hanno impegnato i consiglieri comunali di San Gimignano. Il Consiglio comunale con il voto della maggioranza “Centrosinistra per San Gimignano” (formata da PD e SEL), astenuta PRC, contrari PdL e Lista Civica ha infatti approvato il rendiconto di gestione del Bilancio 2010. “Il rendiconto di gestione ci dice che il bilancio 2010, il primo della nuova legislatura interamente targato “Centrosinistra per San Gimignano”, elaborato in piena crisi, ha retto alla crisi stessa ed ha consentito, grazie alle prudenziali previsioni della maggioranza, di mantenere tutti i servizi per i cittadini, con la massima attenzione ai servizi sociali”, dichiara il capo gruppo in consiglio comunale Andrea Marrucci. “Purtroppo i tagli e la crisi ci sono e si sono fatti sentire, nei bilanci delle famiglie e per esempio, nel settore dell’edilizia. Sembra, almeno per le voci che compongono il Bilancio comunale, avere tenuto il fronte turistico, col quale finanziamo fondamentali servizi per residenti e turisti”. “I numeri che ci consegna il rendiconto 2010 sono importanti ed oggettivi – prosegue Marrucci -, tanto che anche le opposizioni, Lista Civica e PdL in particolare, hanno finito per riconoscerlo. Tutti i parametri sono stati rispettati per un bilancio in salute che garantisce ancora livelli adeguati di investimenti, che rispetta i limiti di spesa per il personale, che riduce ulteriormente il proprio debito (giunto ormai ai minimi storici), che utilizza avanzo corrente per finanziare investimenti (tra i pochi comuni ancora in grado di permetterselo) e che riesce, infine, a rispettare in pieno il patto di stabilità. Sul quale – aggiunge Marrucci – la storia è ben nota. Siamo di fronte ad un meccanismo perverso per il quale un Comune come il nostro, non indebitato, che rispetta le regole e che non aumenta le tasse ai cittadini (come l’addizionale irpef che resta a zero), non può spendere le proprie risorse per tutti i sangimignanesi. Nel nostro caso stiamo parlando di quasi 8 milioni. Non vorremmo che un bel giorno Tremonti, in barba allo sbandierato federalismo delle chiacchiere, decidesse con legge, magari con la prossima manovra, di portarceli via!”. Altro punto all'ordine del giorno del Consiglio è stata l'approvazione del regolamento delle attività e dei servizi di comunicazione e informazione del Comune che disciplina le modalità, i principi e gli obiettivi con i quali l’Amministrazione organizza la propria struttura e svolge le attività di comunicazione e informazione, oltre a definire le competenze del nuovo ufficio ‘In pubblico, Sportello Comunale’. Si tratta del nuovo ufficio relazioni con il pubblico (urp) che sarà riorganizzato nei primi giorni di giugno. “Per la prima volta nella storia di San Gimignano – conclude Marrucci – un ufficio pubblico, l’urp, sarà collocato fuori dalle mura, presso l’area della coop in Baccanella. Si tratta di un altro punto del nostro programma che rispettiamo e di un ufficio facilmente accessibile che migliorerà il rapporto tra Comune e cittadini per l’espletamento di numerose pratiche e servizi”. Centrosinistra per San Gimignano San Gimignano 13.05.2011

newsletter
Iscriviti e ricevi via email le nostre notizie!

sondaggio
Giovani Democratici Siena
Partito Democratico | San Gimignano (Siena) · Via San Giovanni, 28 · Tel. 0577 940334 · Fax 0577 907186 · Email: info@sangimignanopd.it | Area riservata